Crea sito
You are here

Festa del SS. Salvatore a Sampierdarena, maggio 2019.

Sampierdarena – Come ogni anno, anche nel 2019, la prima domenica dopo il 2 maggio nella chiesa parrocchiale di Santa Maria della Cella e San Martino verrà celebrata la festa del SS. Salvatore. È un momento solenne per tutta Sampierdarena, devota a Gesù Salvatore; tale tradizione ha origine tra il XVI e il XVII secolo, come si può osservare dal dipinto del soldato fiammingo che si trova su un muro nei pressi della Lanterna, che rappresenta il volto di Cristo sofferente sotto il peso della croce.
Data la grande affluenza del popolo che andava ad adorarlo, le autorità di governo – particolarmente preoccupate – ne ordinarono il distacco e il 10 giugno 1719 venne portato alla Pieve di San Martino, dove rimase per circa ottant’anni. Sul finire del 1798 la tela necessitava di costosi restauri; un anno dopo la parrocchialità di Sampierdarena fu trasferita alla chiesa della Cella, acquisendo così titoli e diritti che competevano all’Antica Pieve e il 2 maggio, nel giorno della festa dell’Ascensione di N.S. Gesù Cristo al Cielo, il sacro dipinto fu trasportato dalla chiesa di San Martino a quella di Santa Maria della Cella. Dapprima collocato nell’altare di destra trovò la sistemazione definitiva nel 1929 con l’inaugurazione della nuova cappella dedicata al SS. Salvatore.
Quest’anno la festa per il patrono di Sampierdarena vede coincidere tre anniversari: i trecento anni (1719 – 2019) dal distacco del dipinto, i duecentoventi anni (1799 – 2019) da quando fu portato alla chiesa di Santa Maria della Cella, i novant’anni (1929 – 2019) passati dall’inaugurazione della nuova Cappella del SS. Salvatore.
Per festeggiare queste importanti ricorrenze, la Parrocchia della Cella e il Gruppo Amici della Cella vi invitano con un programma ricco iniziative.

Ye Meike

© Tutti i diritti riservati

Top

Pin It on Pinterest